UNA PROPOSTA PER MODIFICARE IL CODICE CIVILE IN MATERIA DI COGNOME DEI CONIUGI

La proposta di legge che ho presentato risponde all’esigenza, sollecitata anche da tante cittadine italiane residenti all’estero, di dare pari dignità  alle donne nell’ambito del rapporto coniugale e rimuovere i retaggi di una concezione patriarcale della famiglia, nonché di una tramontata potestà maritale. La proposta di legge, composta da cinque articoli, sostituisce l’articolo 143-bis del codice civile, stabilendo che ciascun coniuge conserva il proprio cognome nel matrimonio.