“INSIEME. PER RILANCIARE L’EUROPA”: LE PAROLE GUIDA DELLA GERMANIA PER IL SEMESTRE EUROPEO

Da oggi la Germania guiderà il semestre del Consiglio dell’Unione europea. E lo farà la Cancelliera Angela Merkel in una congiuntura tra le più complesse della storia dell’Europa unita. Al centro delle linee guida della presidenza tedesca c’è la lotta al coronavirus e il perseguimento degli obiettivi strategici di lungo termine dell’Unione in un scenario mondiale profondamente scosso e cambiato dalla pandemia.

È un programma di lavoro ambizioso a cui l’Italia è chiamata a portare il suo contributo con un impegno straordinario di idee e di proposte. La consapevolezza di una guida autorevole e la forza dei legami di amicizia e collaborazione tra Germania e Italia, dovrebbero permetterci di guardare a questo semestre con spirito propositivo e di fiducia.

I dossier sul tavolo sono numerosi per il futuro e il rilancio dell’Europa: dall’enorme piano di aiuti “Next Generation Eu” alla Brexit, dalla lotta alle diseguaglianze sociali alla formazione dei giovani, dall’agenda 2030 per lo sviluppo sostenibile alle migrazioni, soltanto per citarne alcuni. Significativi del resto saranno anche i nodi di politica internazionale che la Cancelliera dovrà affrontare in uno scenario in continua evoluzione.

«L’Europa ha bisogno di noi, proprio come noi abbiamo bisogno dell’Europa» ha detto la Merkel.

Angela Merkel in questi sei mesi di presidenza si confronterà con altre due leader ai vertici di importanti istituzioni europee, Ursula von der Leyen e Christine Lagarde. Questo semestre sarà dunque un semestre significativo per le donne europee e mi auguro che nella prospettiva di genere sia possibile apprezzare segnali di cambiamento e di discontinuità. Sei mesi che possano rappresentare un momento di svolta per la nostra Unione Europea e i suoi cittadini e utili per contrastare i populismi che ancora avvelenano il dibattito pubblico europeo.

Auguri dunque alla Germania e alla Cancelleria Merkel. Auguri alla nostra Europa.