INCONTRO CON UNA DELEGAZIONE DEL BUNDESTAG TEDESCO

Interessante occasione di confronto sui flussi migratori in Europa e sulle iniziative che possono essere assunte per una loro gestione a livello europeo con una delegazione della Commissione Affari Interni e Territoriali del Bundestag tedesco.
Nel corso dell’incontro, promosso dalla Commissione affari costituzionali, della Camera dei Deputati, non sono mancate occasioni di approfondimento anche su una serie di tematiche di nostro comune interesse, come quelle poste dai colleghi tedeschi sulle misure per contrastare la grave crisi demografica e per “reclutare” personale qualificato straniero.
Nel mio breve intervento ho riaffermato che le migrazioni sono un fenomeno strutturale e che occorre superare le logiche emergenziali che hanno caratterizzato le politiche degli ultimi anni, per arrivare ad una gestione di lungo periodo da parte di tutti i paesi dell’UE.
Per quanto riguarda l’Italia ho sottolineato che, a differenza della Germania, c’è un ritardo nell’affrontare lo sviluppo di politiche di attrazione di lavoratori specializzati, ricercatori e personale altamente qualificato da altri Paesi e che, anzi, il nostro paese continua a perdere ogni anno migliaia di giovani con un livello di istruzione medio-alta a causa dei consistenti flussi in uscita registrati negli ultimi anni. Sulla questione posta dai colleghi tedeschi relativamente alla demografia quale elemento propulsivo di uno sviluppo sostenibile per tutta l’Europa, ho ribadito che anche l’Italia ha l’urgenza di individuare per ciascuno dei nodi critici di oggi – denatalità, invecchiamento e migrazioni – i punti sui quali agire per creare nuove opportunità per il futuro.