COVID-19: QUARANTENA PER CHI ENTRA IN UK

Dal prossimo 8 giugno tutti coloro che entreranno nel Regno Unito da paesi esteri dovranno rispettare una quarantena obbligatoria della durata minima di 14 giorni e, per chi non dovesse seguirla, sono previste delle multe fino a 1000 sterline. Solo alcune specifiche categorie di professionisti e lavoratori saranno esentati dall’obbligo del self isolation, tra i quali i lavoratori stagionali, i camionisti e il personale medico. Ma per conoscere se si rientra nella categoria degli esentati, il Governo pubblicherà a breve una lista completa con tutti i dettagli.

Questa la nuova direttiva comunicata dal Governo per bocca del ministro Priti Patel e rilanciata dalle agenzie e dai media. Una  direttiva che varrà per qualsiasi tipologia di ingresso, via aereo, mare, auto o treno.

Una volta giunti ai controlli delle frontiere britanniche si dovrà compilare un modulo con il quale fornire le proprie informazioni di contatto e del viaggio appena svolto, in modo da poter essere rintracciati in caso di un eventuale sviluppo del contagio, ma anche per poter essere contattati regolarmente durante i 14 giorni di self isolation e rendersi disponibili a controlli casuali da parte delle autorità sanitarie pubbliche per garantire la conformità della misura restrittiva.

Le forze dell’ordine alle frontiere potrebbero rifiutare l’ingresso del viaggiatore, se non residente nel Regno Unito, qualora si evidenziasse un contagio in corso.

Il ministro Patel ha anche affermato che se gli indirizzi che verranno forniti dove si intenderà rispettare la quarantena non soddisferanno i requisiti necessari, come nel caso di hotel, case di amici o parenti elencati, lo stesso Governo fornirà delle dimore adeguate per tutto il periodo delle due settimane.

DA LONDRA ITALIA