AUDITI I RAPPRESENTANTI DEGLI ITALIANI IN SLOVENIA E CROAZIA

Commissione Affari Esteri – Investimenti nel mondo della scuola, dell’editoria e della informazione radiotelevisiva in lingua italiana a tutela e salvaguardia dell’identità nazionale, culturale e linguistica della minoranza italiana in Slovenia e Croazia.
Questi i temi al centro dell’audizione richiesta dall’Unione Italiana, l’organizzazione unitaria delle comunità italiane in Slovenia e Croazia, al fine di sensibilizzare il Parlamento sull’opportunità di mantenere, anche nella legge di bilancio per il 2020, gli impegni finanziari previsti dalla legge n. 73 del 2001.  
Come PD abbiamo chiesto alla Commissione di accogliere quanto auspicato dai rappresentanti delle comunità italiane per garantire le risorse necessarie e di tradurre in un atto parlamentare le sollecitazioni avanzate in audizione. Per queste comunità è fondamentale – ho ribadito anche nel mio intervento – mantenere la lingua italiana quale elemento fondante della propria identità culturale, sottolineando la centralità dell’aspetto linguistico e la necessità d’investire in progetti che riguardano la scuola e gli asili.