Chi sono

Angela Schirò, nata a Gernsbach (a pochi chilometri da Rastatt, nel Baden-Württemberg) il 05.04.1985, figlia di immigrati italiani, iscritta all’AIRE e residente a Karlsruhe.

Sono co-fondatrice e Presidente del circolo PD Karlsruhe, e poche settimane fa ho avuto il piacere di intervistare, per la serie “Caffè Democratico” – incontri e dibattiti politici del nostro circolo – il Sindaco di Ustica Attilio Licciardi, che ci ha parlato delle ultime elezioni regionali in Sicilia.

Oltre al Partito Democratico, sono anche attiva nel PD Germania e PD Europa, infatti ho partecipato a varie iniziative che si sono tenute negli ultimi anni e che mi ha portato a conoscere tanti compagni e compagne in Europa. Grazie alla mia personalità riesco a stabilire rapporti di fiducia e di stima reciproca con diverse tipologie di persone, con le quali mi piace comunicare e prestare ascolto.

Tengo molto a cuore il tema dell’Europa e del PSE, infatti spero e credo fortemente in una cooperazione operativa e programmatica tra PD italiano e SPD tedesca, partito al quale sono iscritta sin dagli anni dell’università.

Come italiana di seconda generazione in Germania, durante la mia infanzia ed adolescenza ho avuto la fortuna e l’onere di frequentare, oltre la scuola d’obbligo tedesca, il corso di lingua e cultura italiana (Circoscrizione Consolare di Stoccarda). Ciò mi ha consentito di acquisire una piena competenza linguistica in italiano. La sensibilità e l’attenzione alla multiculturalità sono tratti caratteristici del mio DNA sociopolitico, dato che io stessa faccio parte da sempre di due mondi: quello italiano e quello tedesco.

Per me l’educazione e la cultura rappresentano uno strumento di formazione all’impegno sociale e politico, ed è per questo che ho deciso di intraprendere la strada lavorativa dell’insegnamento scolastico. Prima mi sono laureata in Italianistica, Ispanistica e Storia e poi ho conseguito l’abilitazione all’insegnamento.

Oggi lavoro come insegnante di lingue (Italiano e Spagnolo), Educazione Civica e Storia in una scuola superiore pubblica a Pforzheim. Considero la mia professione un pilastro fondamentale per educare ai giovani di oggi i valori social-democratici.

Insieme ad un’altra insegnante ho organizzato con successo „Schule als Staat“, un grande progetto politico-sociale, che consisteva nel  trasformare per una settimana la scuola in uno „stato“ basato su valori democratici e nel redigere una costituzione che garantisse libertà, giustizia ed uguaglianza ai suoi „cittadini-studenti“.

Nel mio bagaglio culturale porto anche l’esperienza formativa del programma Erasmus, che ho svolto dapprima a Roma e poi a Murcia in Spagna. Ciò mi ha dato la possibilità di avvicinarmi ancora di più al mio Paese d’origine e mi ha portato ad interessarmi alle dinamiche sociopolitiche italiane e internazionali e ad identificarmi nella socialdemocrazia europea. In questo anno di Erasmus sono nate amicizie in tutt’Europa e con esse la visione di un’Europa unita, sogno che porto avanti ancora oggi come insegnante, organizzando e partecipando a scambi culturali con scuole in Italia (Lecco) e in Spagna (Guernica).

L’interesse nel sociale mi porta ad essere co-fondatrice e attivista in un’organizzazione non governativa in cui, insieme ad altri giovani adulti, organizzo e partecipo ad eventi sportivi per gli immigrati più piccoli. Credo nella convivenza e nella diversità come ricchezza, partendo dall’integrazione dei più piccoli tramite l’incontro personale. Questo incontro personale lo coltivo continuando a visitare alcuni bambini e le loro famiglie che non si trovano più a Karlsruhe.

Sono motivata, risoluta nelle mie convinzioni e sempre aperta al dialogo.