PD BELGIO: INCONTRO CON IL MINISTRO VINCENZO AMENDOLA

Ai tempi del contagio da corona virus, quando gli incontri collettivi non sono permessi, e quasi tutta l’umanità è confinata in casa, per fortuna le risorse tecnologiche vengono in aiuto di tutti e ci aiutano a promuovere la partecipazione politica e sociale.

In questo momento di passaggio cosi delicato, particolare e capitale per l’Unione europea, il Ministro per gli affari europei, Enzo Amendola, è stato ospite estremamente gradito della Federazione del PD Belgio e del segretario Lanfranco Fanti. Hanno partecipato a quest’incontro in videoconferenza molti rappresentanti del Partito all’estero, dall’Europa fino al Sudamerica e perfino alla Cina. Più di un’ora e mezza di dibattito diffuso anche in diretta su Facebook, al quale hanno partecipato e dimostrato interesse molte persone.

VAI ALL’INCONTRO >> https://www.facebook.com/PDBelgio/videos/238675533923292/

Il ministro si è soffermato soprattutto, data l’imminenza delle conclusioni di una riunione determinante dell’Eurogruppo, sullo stato del negoziato che si annuncia, alla data di oggi, complicato e dal quale dipende non solo la ripartenza economica dell’Italia e degli altri paesi dell’ Unione fiaccati dalla pandemia del COVID 19, ma anche la tenuta e l”avvenire dell’Unione europea.

Il dibattito tra il ministro e i partecipanti é stato molto interessante e utile per capire e riflettere sulla posta in gioco del prossimo futuro, anche per il nostro partito e per tutta la compagine dei progressisti europei, che sono chiamati a mostrare e far valere la loro coesione su valori irrinunciabili come l’unità e la solidarietà in Europa, e poi nel mondo.

La serietà e la fermezza del governo italiano nell’affrontare questo momento storico e questa sfida induce ad un cauto ottimismo, anche se la sfida resta epocale e determinante, rispetto ad una crisi sanitaria senza precedenti, che rimette e ha rimesso in discussione in poco tempo moltissime certezze.

La federazione del PD Belgio si augura che questo sia solo il primo di una serie d’incontri di questo genere, per contribuire con competenza e consapevolezza ai giorni complicati che l’Europa e il mondo hanno davanti e ha chiesto al Ministro la sua collaborazione affinché l’Europa diventi parte fondamentale della struttura centrale del Partito Democratico a livello nazionale.